Itinerario Mountain Bike

Itinerario Mountain Bike

San Secondo, San Bartolomeo, B.ta Odin, Loc. Colletto, Bricherasio, San Secondo

Luogo di partenza/arrivo: San Secondo di Pinerolo 413 mt.
Lunghezza: 32 Km.
Dislivello: 900 m
Tempo: Agonisti h.2; Praticanti Allenati h..2,45; Praticanti h.4,30
Difficoltà: Media
Periodo Consigliato marzo-novembre

percorsobike

Percorso

È un itinerario pedalabile in MTB su ampie strade e mulattiere molto ombreggiate e sufficientemente ricche di fontane. C'e' la possibilità di visitare luoghi legati alla storia dei Valdesi. Ai Valdesi, la cui storia ebbe inizio nel medioevo con Valdo di Lione, eretico e scomunicato dalla chiesa Cattolica, fu riconosciuta libertà civile solo nel 1848. Nei secoli precedenti questo popolo-chiesa, le cui comunità principali si trovano in Val Pellice e Val Chisone-Germanasca, fu oggetto di persecuzioni religiose.

Come arrivare
Da Torino con la statale n. 23 del Colle del Sestriere si raggiunge Pinerolo e quindi San Secondo. Possibile treno + bici. Fermata Pinerolo.

Descrizione
Da P.zza Tonello a San Secondo si imbocca la strada che conduce a Prarostino per lasciarla dopo soli 300 mt. svoltando a sinistra e poi sempre dritto fino a trovare via Romani che ci condurrà, per una ripida salita (11%), prima alla Borgata Romani e poi, imboccata una breve discesa di fianco ad un parco giochi a San Bartolomeo (capoluogo del comune di Prarostino). Dopo la fontana e la piazzetta seguire le indicazioni "Trattoria Agrituristica" fino a trovare e prendere, a circa 2 Km, una sterrata in leggera discesa a sinistra.
Oltrepassata la Borgata Pons si torna sull'asfalto salendo all Borgata Sonagliette. Da quì scendere fino ad immettersi sulla strada del Colle Vaccera e girando a destra si sale alla Borgata Martel. Imboccare poi una sterrata a sinistra in direzione Garzinera; dopo il cartello "Arte" seguire la strada che scende a destra fino a quando non si ritrova l'asfalto (attenzione ad imboccare sempre la destra ai bivi).
Giunti all'asfalto salire fino all'indicazione "Gheisa s'la Tana", da seguire fino alla Borgata Odin. Una ripida discesa attraversa la borgata quindi girare a sinistra; si giungerà a San Lorenzo (capoluogo della valle d'Angrongna); superandolo si scende fino a trovare l'indicazione per Luserna San Giovanni, ma si prosegue diritto per la strada panoramica fino alla Località Colletto.
Svoltando a destra si scende in località S.Giovanni e, di fianco alla chiesa cattolica, si imbocca la strada del Saret. Si prende poi la sterrata a sinistra appena dopo il cartello "Saret" e, andando sempre dritto, si ritroveranno le indicazioni "Piani, San Michele"; seguirle fino a giungere all'incrocio dove c'e' un pilone votivo. Quì si gira a destra e dopo poco ci si trova sulla piazza di Bricherasio, si svolta a sinistra e, giungendo sulla provinciale, si va prima in direzione di Pinerolo e poco dopo si gira ancora a sinistra per seguire l'indicazione San Secondo.

Note caratteristiche
Si consiglia la visita ai piccoli musei storici delle borgate Pons e Odin ma soprattutto alla famosa grotta "Gheisa d'la Tana" dove si rifugiavano i Valdesi per celebrare i loro culti e sfuggire alle persecuzioni. Ad Angrogna nel mese di ottobre si svolge la manifestazione "Autunno in Val d'Angrogna" con mostra mercato di prodotti agricoli e artigianali, serate canore, balli occitani e a conclusione una gara di triathlon (Ski-roll, MTB e corsa a piedi).